Il Blog di Lella Canepa

LA CIALLÈ–DD

La Cialledda... ogni tanto mi permetto un'incursione, piacevole, nei piatti che ho assaggiato qui e là.

È un piatto del sud, pugliese e lucano, dalle mille varianti, fatto con ingredienti poveri, semplici di facile reperimento nelle campagne.

Esistono Cialledde calde e Cialledde fredde.



Questa è la versione Materana

che ho gustato al ristorante

"Il Terrazzino" (qui>>>) di Matera.





Mi è piaciuta tantissimo e non esito a farmela abbastanza spesso, visto che posso usare le erbe del Prebuggiun,(qui>>>), più o meno le stesse raccolte al sud. Ed è velocissima, se si possiede un poco di erbe già bollite.


In una padella abbondante olio, in questo caso pugliese, un bello spicchio d'aglio schiacciato.

Mentre si scalda l'olio, aggiungo qualche oliva, andrebbero quelle grandi baresi, queste della foto sono le mie che ho messo in salamoia io, pochi pomodorini tagliati in quattro e li faccio passare qualche attimo.


Aggiungo il Prebuggiun bollito, tagliuzzato grossolanamente, e lo faccio insaporire pochi minuti,

aggiungo due mestoli d'acqua calda, aggiusto di sale e lascio sobbollire qualche minuto perchè i gusti si mescolino.


Il tempo di preparare una fondina con due fette di pane, e qui ci vorrebbe il meraviglioso pane di Matera con la sua crosta croccante, spessa, nera, quasi bruciata, la mollica dalla

grande alveolazione

e il caratteristico colore giallo paglierino

della farina di grano duro... scusate la divagazione...

dunque prendo le due fette di pane pugliese che trovo qui.

L'alternativa per non arrivare fino a Matera è comperarlo on-line, viene spedito ovunque.


Lasciata consumare l'acqua aggiunta, non va troppo brodosa, un minuto prima di spegnere rompo dentro un uovo, mescolo e appena l'albume è rappreso impiatto.



Condividi il post! e poi torna, troverai esperienze interessanti.


Se vuoi, puoi iscriverti alla news letter cliccando qui>> per non perderti nessun articolo.


Lella

Lella Canepa, creatrice di "Donne da Ieri a Oggi" una fantastica mostra poi tradotta in un libro e di "Erbando" un ricercato evento che produce sempre il "tutto esaurito" da subito, anch'esso tradotto in un Manuale dove si impara a conoscere e raccogliere le erbe selvatiche commestibili come facevano i nostri avi.


Lella Canepa ama da sempre tutto ciò che è spontaneo, semplice e naturale e coltiva da anni la passione per tutto quello che circonda il mondo manuale del femminile. tramandato per generazioni da sua mamma, sua nonna e la sua bisnonna.


Se vuoi, puoi metterti in contatto con Lella qui>>

Tutti gli usi alimurgici o farmaceutici indicati sono a mero scopo informativo, frutto di esperienza personale, declino ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.


Post in primo piano
L'erbando del giorno
Categorie
Archivio
Seguimi
  • Facebook Social Icon
Post consigliati