Il Blog di Lella Canepa

ZUPPA DI CIPOLLE

Sette beni fa la zuppa: toglie la fame e la sete, riempie la pancia, pulisce i denti,

fa dormire bene, fa andar di corpo e colora le guance

Della famosissima compagnia della Lesina, XVI secolo

Francesco Maria Vialardi

Tutto nasce dal particolare momento attuale di panico da contagio, per arrivare a parlare della famosa cipolla tagliata che pare servì a preservare alcune famiglie di contadini dall'epidemia di influenza Spagnola nel 1919.

La notizia gira, in molti la conoscono, si dice che assorba i germi nell'ambiente e che non vada poi mangiata se lasciata aperta tagliata in giro, anche in frigo.

Vero è, assodato in laboratorio, che alcuni batteri siano infastiditi agli effluvi della cipolla, la quale contiene alliina liasi, un enzima che si combina con altri elementi trasformandosi in acido solforico, ma da soli questi batteri non vanno sulla cipolla, quindi, di mio, penso che l'odore ricordasse in qualche modo un disinfettante e che questo tranquillizzasse chi la teneva addirittura sul comodino.

C'è da tenere presente che nelle tombe antiche sono stati ritrovati bulbi di cipolla in quanto si credeva che potesse ridare "il respiro ai morti".

Le proprietà antimicrobiche e antibatteriche la cipolla al suo interno ce l'ha davvero però e se mangiata ce le regala, e se qualcuno vuole tenere mezza cipolla aperta in casa in questo periodo di terrore, chi sono io per impedirlo, consiglio di non affidarsi solo a quello e non dimenticare di mangiarne, quello sì fa sicuramente bene.


„Quando sono raffreddato so cosa mi occorre:

una cipolla al forno da mangiare prima di andare a letto.“