Il Blog di Lella Canepa

LATTEDOLCE e LATTEBRUSCO


Finalmente in qualche modo ripristinato l'amato computer, vecchio come me, riesco a scrivere il post promesso sul Lattedolce e il Lattebrusco fritto che con gli Stecchi (qui>>>) e i Crocchini (qui>>>) va a rifinire il Fritto misto alla genovese (qui>>>) che oltre a questi tre elementi basilari presenta verdura varia impannata in farina, uovo e pane grattugiato tipo: carciofi (qui>>>) scorzonera(qui>>>), zucchine, una piccola cotoletta di vitello o di petto di pollo o anche maiale.

Per quanto mi riguarda e ho visto fare in casa mia non si aggiungono elementi fritti in pastella come fette di mela o altro che ricordano di più il fritto alla piemontese, ma come tutti i misti ognuno ha la ricetta sua.

Tornando al Lattedolce, è insieme al Lattebrusco, elemento necessario per definire il piatto tradizionale del fritto in Liguria, di tradizione sia a Natale che a Pasqua.

Si tratta di una crema dolce, addensata con farina, tagliata a rombi, impannata e fritta, mentre per Lattebrusco si intende una simil besciamella arricchita di prezzemolo, meno usata ma necessaria per completare il piatto.

Occorrono: 80gr.