Il Blog di Lella Canepa

LA PANZANELLA DELLA LELLA


Chi vuol trapassar sopra le stelle en’tinga il pane e mangi a tirapelle

un’insalata di cipolla trita colla porcellanetta e citriuoli

vince ogni altro piacer di questa vita

considerate un po’ s’aggiungessi

bassilico e ruchetta oh per averne

Non è contratto che non si facessi”

Il Bronzino, pittore del '500

Ma veramente con questo caldo si ha voglia di cucinare? o si ha fame di cose calde?

No, perché si può anche fare come gli antichi: in estate fra le mille ricette di pan bagnat, cundigiun, panzanelle, frise e friselle si può scegliere.

Oggi è il giorno della Panzanella

Gli ingredienti semplici poveri freschi: pomodori, cipolla, una pagnotta di pane, possibilmente raffermo, aceto, acqua.

E poi quello che si vuole, cetrioli quasi sempre, olive, capperi, sedano, acciughe sotto sale, radicchio tagliato fine.

Nella citazione del pittore di inizio post del '500 si ritrova la portulaca, la rucola, e il basilico e non ci sono i pomodori, perché ancora abbastanza sconosciuti in quanto arrivati da poco dalle Americhe

Amici e parenti toscani mi confermano paese che vai panzanella che fai.