Il Blog di Lella Canepa

DI SALI PROFUMATI E ACETI AROMATIZZATI

Ma "quanti pochi" giorni mancano al Natale?

Sforato il budget e ancora quel regalino da fare?

Colleghe di lavoro o amiche del gruppo di burraco, dell'uncinetto o checchessia alle quali fare un presente?

All'ultimo momento, con spesa praticamente nulla non rimane che il sale aromatizzato.

Assurdo comperarlo visto che per prepararlo in casa ci vuole meno che a leggere questo post.

Si fa praticamente da solo, bastano sale grosso e erbe.

A dir la verità, e qui approfitto per parlarne, esiste la ricetta principe, quella vera, antica, collaudata, da usare su tutto, usata con gli stessi ingredienti ovunque.

Conosciuta con il nome di Salamoia Bolognese, e questo potrebbe fare la differenza nell'etichetta dei vasetti preparati da regalare, ha un ferreo elenco di ingredienti che qui passo a citare come li conosco io:

- 500 gr. di sale grosso meglio marino, magari integrale

- un bel ramo di rosmarino

- un ciuffo di salvia

- 3 bei spicchi di aglio

- grani di pepe a piacere


Non resta che lavare e far asciugare le erbe, pulire l'aglio, tritare fini a coltello o mezzaluna e mescolarle al sale.

Diffidare di prodotti troppo fini che passati ad un robot rendono amare le erbe, meglio se si vuole e si può, pestare tutto insieme, erbe tritate e sale, in un mortaio, e questo è un'ulteriore salto di qualità, magari con l'aiuto amoroso di un compagno compiacente.

Se proprio non potete fare diversamente tritate con il robot solo il sale ad una misura media non fine.

Mescolato bene il tutto, si può allargare in un vassoio di cartone, coperto con un foglio di carta da cucina e lasciare asciugare una notte, magari vicino al calorifero o alla stufa, o come posso fare io all'aria secca e gelida di questo bel sole dicembrino.

Vasetti carini reperiti presso un qualsiasi negozio orientale o di casalinghi o se si è accorti, riciclati, una bella etichetta con la dicitura "VERA SALAMOIA BOLOGNESE TRITATA A MANO" uno spaghino, un fiocchetto, un cartellino di auguri.

Se la cosa prende la mano, come spesso succede a me, ci si può sbizzarrire con gli ingredienti:

- sale, limone e timo adattissimo per pesce

- sale e origano per bruschette e friselle

- sale e peperoncino per il barbecue

e che la fantasia si scateni.

Una ricetta che trovai tempo fa, chissà dove, parlava di un Sale della Zingara, e a memoria era più o meno così:

  • 1/2 kg di sale grosso pestato insieme a

  • la buccia di un limone

  • uno spicchio di aglio

  • due foglie di alloro

  • tre belle foglie di salvia

  • un ramo di rosmarino

  • circa 20 gr. di pepe

Pensarci per tempo e raccogliere fiori vari di campo, in estate e mescolarli al sale per un bel Sale Fiorito, oltre ad essere profumatissimo, d'effetto nel piatto.

Se come me seccate di tutto, si può ancora mescolare roselline, achillea, fiori di cicoria, elicriso, tarassaco, malva, calendula, lavanda, fiori di rosmarino e chi più ne ha ne metta se eduli, e fare un sale profumatissimo, d'effetto sulla bistecca o nell'angolo del piatto anche solo come decorazione, e se non utilizzato diversamente può diventare un profumato centrotavola, anche con una candelina nel mezzo.

Tutto sommato, c'è ancora più di una settimana e se vogliamo fare qualcosina in più, vicino al barattolino di Sale Aromatico una bottiglietta di Aceto Aromatico, facile ancora più che il sale.

Già avevo raccontato di quello alle Rose (qui>>>), non solo è profumato nell'insalata, ma serve per curare i foruncoli e come tonico per il viso.

Basta una manciata di petali di rosa in una bottiglietta di aceto di mele, lasciato in infusione per una settimana, filtrare e imbottigliare.

Questo è invece è proprio l'aceto di Natale.

Preparo schiacciati nel mortaio due o tre spicchi di aglio, un trito di timo e rosmarino, qualche grano di pepe nero, una stecca di cannella, 5 o 6 chiodi di garofano, qualche bacca di g