Il Blog di Lella Canepa

FOCACCIA con la SALSICCIA dei MORTI


Questa volta vi porto con me all'Osteria du Chicchinettu, a Varese Ligure dove ieri mattina, 2 novembre, ho rispettato la tradizione, strettamente locale, della Focaccia con la Salsiccia.

E vi accompagno direttamente qui, perché l'usanza proprio questo dice: quando anticamente la Messa dei Morti si teneva alla mattina prestissimo, anche le cinque di mattina, all'uscita di chiesa si passava o dal forno del panettiere o dalle osterie per gustare questa focaccia ben calda, ancor più che farla in casa.

Dove probabilmente non era rimasto nessuno a cucinare una colazione, visto la grande partecipazione di popolo, maschile e femminile che questo rito aveva.

Una volta a Messa si andava digiuni dal giorno prima per poter prendere l'Eucarestia, quindi compiuto il proprio dovere religioso, serviva qualcosa di pronto e di caldo da mettere sotto i denti.

Per quel che ho saputo la consuetudine si è consolidata nel dopoguerra, forse quando in seguito alla macellazione dei maiali avanzava un po' di pasta di salsiccia e un fornaio lungimirante inventò questa prelibatezza.

L'esecuzione è quanto mai semplice.

Una certa quantità di pasta lievitata, pasta da pane o da pizza, stessa sottilissima e sistemata nella teglia.