Il Blog di Lella Canepa

TORTA DI MELE SEMPLICE SEMPLICE

Anche oggi una giornata uggiosa con un tempo urfido e come si può tirar su il morale?

Ma con una torta semplice semplice di mele, da mangiare a merenda!

Una ricetta vista mille volte, una specie di "sette vasetti" che qui diventano sei.

L'unica cosa è che mia mamma la conosceva dagli anni '50, quando i vasetti di yogurt erano pressoché sconosciuti.

L'aveva imparata qui in campagna, quando veniva per funghi, dalla signora che la ospitava e che a quei tempi non aveva ancora l'acqua in casa, la luce elettrica e l'unica bilancia era il "cantà", la grossa stadera senza piatto per pesare cose di grandi dimensioni.

La Serafina, così si chiamava, usava un bicchiere, tipo da osteria, e io a posteriori ho pensato fosse semplicemente il metodo usato da sempre per dosare i dolci come fanno ancora oggi in America, cioè con "a cup", la tazza.

Evidentemente gli immigrati Italiani hanno importato il metodo con loro e così è rimasto.

Tornando alla ricetta io sono rimasta al bicchiere, e ho modernizzato con lo yogurt e l'olio (ma consiglio di leggere fino in fondo...)

- 2 scarsi di zucchero - 2 di farina autolievitante -

- uno scarso di olio di arachidi - uno di yogurt magro


Metto due uova con lo zucchero nel robot con la frusta

faccio girare fino a che l'uovo non è bello spumoso e gonfio, quindi aggiungo lo yogurt, l'olio e per ul