Il Blog di Lella Canepa

LA FARFRITTATA - 😮 la finta frittata senza uova

In questo mondo bislacco i nostri anziani hanno lottato e si sono sacrificati per raggiungere quello che pensavano essere "il benessere", le generazioni moderne di questo "benessere" hanno solo goduto i frutti, ma ora pare che tutta questa floridezza si stia ritorcendo contro e si è scoperto che questo fa male, quell'altro pure e così si reinventano cose che sono sempre esistite quando si chiamavano povertà, e ridiventate attuali si chiamano etiche, salutari o vegane .

E così oggi vi parlerò della Farfrittata, una frittata senza uova che è sempre esistita ma che solo di recente ne ho risentito parlare, da parte di chi non vuole o non può mangiare uova.

In una campagna come la mia, con una agricoltura a misura di braccia d'uomo, si sa che le galline hanno un periodo dell'anno dove fanno meno uova o addirittura smettono di produrne e quindi era giocoforza farne a meno.

Così per fare una buona frittata senza uova si usava la farina di ceci.


LA RICETTA

Metto la quantità desiderata in una ciotola, un pizzico di sale ed inizio ad aggiungere acqua fino ad avere un impasto cremoso, esattamente come quello di qualche uovo sbattuto.

Aggiungo anche un poco di olio.

Se ho tempo lascio l'impasto a riposo per qualche ora, perchè la farina di ceci tende a formare grumi e con il riposo si sciolgono.

Con il tempo la farina si gonfia un poco e quindi lascio l'impasto leggermente più liquido.


A questo punto aggiungo la verdura tagliata a pezzetti che voglio, come per una normale frittata e o anche formaggio.

Zucchine e/o cipolle appassite in padella, bietole o spinaci bolliti, carciofi o quello che più mi piace.