Il Blog di Lella Canepa

LE RADÌCCE di Chiavari


Nel lungo inverno, sono meno le verdure fresche di cui si può godere.

Oltre le zucche, i cavoli, i carciofi e poco altro, qui nel Tigullio abbiamo le Radici di Chiavari, da noi chiamate abitualmente Radìcce.

È uno dei cinque ortaggi appartenenti al marchio Antichi Ortaggi del Tigullio

Non ha nulla a che vedere con altri ortaggi da radice tipo rapa o barbabietola o pastinaca, è semplice Cichorium intybus, in una varietà selezionata più per le sue radici che per le sue foglie.

Si differenzia da altre radici in commercio, non di Chiavari, per la forma conica di notevoli dimensioni e il colore bianco.

La differenza non è solo nella forma, ma è anche nell'effetto sull'intestino.

Difficilmente quella originale di Chiavari vi darà fastidio, pur mantenendo le sue proprietà e il gusto amarognolo, proprio delle radici di Cicoria, in questa varietà è piacevole.

E' una verdura altamente depurativa, tanto che nella tradizione genovese viene annoverata come piatto delle feste natalizie, contorno povero che disintossica dai bagordi dei pranzi, aiuta a smaltire i grassi che inevitabilmente in quei giorni si ingeriscono.

Non si devono confondere le Radicce con la Scorzonera,(