Il Blog di Lella Canepa

LA MIA GIARDINIERA DELICATA




Mia per modo di dire, mia perché sono 50 anni che la si fa in casa, solo con questa ricetta.

Le verdure che avevo a disposizione in questa urfida giornata di questo freddo e piovoso ottobre erano davvero poche e neanche tanto belle, prese di corsa ieri pomeriggio nell' abbandonorto, prima della pioggia, ma questo avevo e questo ho usato.

Tre finocchi che stavano per spigare, il bianco di un porro, tre carote medie, l'ultimo piccolo cavolfiore, il cuore di un sedano, un piccolo pomodoro Camone, una piccola melanzana.

Avendolo si può aggiungere un peperone, oltre a non averlo io non ne posso mangiare.

Comperandole o avendone sono consigliate: carote, fagiolini, sedano meglio bianco, cavolfiore, finocchi, cipolline, peperoni.

Vengono cotte in una soluzione di aceto, olio, zucchero e sale nella quale verranno poi conservate, e per questo resta un agrodolce delicato.